• Promuoviamo la crescita e la diffusione degli studi e della conoscenza in merito a imprese sociali, cooperative, organizzazioni non profit e terzo settore

 

Certificazione Questio 2015

Promuoviamo la crescita e la diffusione degli studi e della conoscenza in merito a imprese sociali, cooperative, organizzazioni non profit e terzo settore in generale

Il Centro Studi opera in forma imprenditoriale, senza fini di lucro, nell’ambito della ricerca e della erogazione di servizi culturali con particolare riferimento alle attività di ricerca, studio e animazione culturale in tema di società cooperative, imprese sociali ed enti non profit in generale, dedicando prioritaria attenzione alla realtà della provincia di Brescia.

Storia, mission e governance

Il Presidente è Giancarlo Provasi, Vice-presidente è Stefania Romano, Elisa Chiaf è Consigliere Delegato.

         site_name unicatt

confcoop      logo UPIA     index3      index12            forum  solco  logo uni

 

Clicca qui per scaricare lo Statuto di Socialis.

Il Nostro Team

Curriculum Vitae                                                Curriculum Vitae                                                Curriculum Vitae                                                 Curriculum Vitae

Attività

  • Attività di ricerca, di formazione e di diffusione scientifica
  • Organizzazione e gestione di congressi, convegni, seminari ed iniziative di carattere culturale e scientifico
  • Interscambi professionali, culturali e rapporti di collaborazione con Università, Centri di Ricerca e Organizzazioni non profit, in Italia e all'estero
  • Conoscenza delle tematiche inerenti il settore cooperativo, sociale e non profit nella comunità bresciana

 

Ricerche

Attualmente, il team di ricercatori di Socialis è impegnato in cinque principali filoni di ricerca:

Misurazione dell’impatto

Socialis ha maturato una significativa esperienza in tema di modelli e strumenti di valutazione dell’impatto sociale e socio-economico delle imprese sociali. Oltre all’applicazione dei principali e più diffusi metodi di valutazione (ad es. il metodo SROI) Socialis e il suo team hanno ideato e applicato nuovi e specifici metodi di valutazione che soddisfano le esigenze e le specificità delle diverse imprese sociali.

 Valutazione

Socialis realizza attività di ricerca e affiancamento in tema di valutazione, non tanto e non solo dell’impatto creato, ma in generale sul raggiungimento degli obiettivi di progetti e/o interventi. Tali attività trovano utilità, ad esempio, nella redazione dei bilanci sociali delle imprese, nonché nelle fasi valutative di progetti oggetto di finanziamenti, bandi e contributi.

Analisi e mappatura del terzo settore

Socialis realizza attività di analisi e mappatura dei bisogni socio-assistenziali e delle risposte attivate. Socialis realizza inoltre analisi “censuarie” in tema di soggetti del terzo settore attivi nel campo del welfare, dell’istruzione, della sanità. Oltre all’analisi censuaria, Socialis è impegnato nella definizione della dimensione e delle caratteristiche del mondo del Terzo Settore (dimensione economica, servizi offerti, presenza sui territori, caratteristiche dei lavoratori e dei volontari, ecc.).

Progetto Brescia Città del Noi

Il progetto Brescia Città del Noi è realizzato dal COMUNE DI BRESCIA, Assessorato alle Politiche per la Famiglia, la Persona e la Sanità in partenariato con AUSER VOLONTARIATO BRESCIA, CO.LIBRÌ SOC. COOP. ONLUS, CENTRO STUDI SOCIALIS, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA, UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE SEDE DI BRESCIA e riguarda la città nel suo complesso. Finanziato con il contributo di Fondazione Cariplo – Bando Welfare di Comunità e Innovazione Sociale II edizione – e cofinanziato dal Comune capofila e dai partner di progetto, ha preso avvio a maggio 2016 ed avrà una durata triennale. Brescia Città del Noi è un progetto di sistema che ha l'obiettivo generale di contribuire a trasformare l'impianto dei servizi sociali della città per (ri)costruire una reale capacità di risposta diffusa, equa e universalistica, grazie ad una visione e strategia comuni e ad un nuovo approccio responsabile, comunitario, solidale e organizzato.
Nell'intento di passare dal welfare dell'amministrazione al welfare della comunità cittadina, il progetto si rivolge a tutta la città con l'obiettivo di innescare un'evoluzione significativa nel segno dell'universalismo e dell'equità. In questo senso i beneficiari saranno, direttamente o indirettamente, tutti i cittadini che godranno di un miglioramento dei servizi e di una loro maggior diffusione sul territorio.
Socialis partecipa all'Agenzia Conoscenza e Innovazione, in collaborazione con l'Università degli Studi di Brescia; e all'Agenzia Finanza.
Si veda il sito www.bresciacittadelnoi.it per materiali e informazioni.

 Osservatorio dell'Economia Sociale Bresciana

Socialis ha costituito, insieme alla CCIAA di Brescia, un osservatorio quantitativo che 'misuri' il settore imprenditoriale sociale della provincia bresciana: esso comprende i dati di cooperative, cooperative sociali, fondazioni operative, associazioni ed organizzazioni che svolgono attività d’impresa, ecc. Annualmente l’Osservatorio produce un rapporto sulla Cooperazione provinciale, esperienza unica nel panorama lombardo.

Congressi, Convegni e Seminari

 

 

Osservatorio dell'Economia Sociale Bresciana

L'Osservatorio dell'Economia Sociale nasce nel 2011 dalla collaborazione tra la Camera di Commercio di Brescia e Socialis al fine di sviluppare, in modo stabile e continuativo, la conoscenza e l’analisi del settore dell'Economia Sociale della provincia di Brescia.
L'Osservatorio intende approfondire la conoscenza di tutti quei soggetti imprenditoriali che, a livello provinciale, operano senza finalità di speculazione privata o di lucro: cooperative, cooperative sociali, imprese sociali e tutti gli enti privati costituiti in forma di fondazione, associazione o ente morale che svolgono attività di produzione di beni o servizi. A tal fine, l’Osservatorio realizza studi e ricerche su le dimensioni, le caratteristiche e le dinamiche dell’Economia Sociale provinciale e delle sue singole componenti, approfondendo il contributo che essa fornisce al complesso dell’economia bresciana, ai bisogni sociali, sanitari, culturali e ambientali e più in generale alla convivenza civile e democratica della collettività.
                                                   
Dal 2012, l’Osservatorio sull’Economia Sociale pubblica annualmente il rapporto sulla Cooperazione Bresciana, realizzato in collaborazione con il DMS StatLab dell'Università degli Studi di Brescia e con l'European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises (Euricse - Trento). I rapporti sono visibili e scaricabili di seguito. L'Osservatorio opera secondo le linee definite dal Comitato di Indirizzo. Il Direttore Scientifico dell’Osservatorio, designato dal Comitato stesso, è il prof. Raffaele Miniaci.
 

 

I Quaderni dell'Osservatorio dell'Economia Sociale Bresciana

Numero 1 Anno 2018 >> Lavorare Cooperando: Un approfondimento sui lavoratori delle imprese cooperative bresciane tra il 2013 e il 2015

Corso di Alta Formazione in Management Cooperativo | Sett - Dic 2017

 

PROGRAMMA  >>

MODULO DI ISCRIZIONE  >>

SECONDA EDIZIONE  >>

Progetto Brescia Città del Noi

               BILANCIO SOCIALE        >>

               PRESENTAZIONE            >>

               STAMPA                           >>

               EVENTI                            >>

              

Materiali e Documenti

Ricerche e articoli

 
               GIUGNO 2016               >>
               NOVEMBRE 2015         >>
Carini C., Chiaf E., Signoretti A., Le condizioni dei lavoratori del welfare bresciano, working paper Socialis
               AGOSTO 2015              >>
               APRILE 2015                >>
               MARZO 2015               >>
Chiaf E., Welfare locale e distretto del benessere, Welfare Oggi 3.2015
               FEBBRAIO 2015          >>
               DICEMBRE 2014         >>
               NOVEMBRE 2013       >>

Presentazioni PowerPoint

 

 

GENNAIO 2013           >>

MAGGIO 2015             >>

SETTEMBRE 2016     >>

APRILE 2017                >>

SETTEMBRE 2017     >>

DICEMBRE 2017        >>

MAGGIO 2017            >>

 

GENNAIO 2018         >>

FEBBRAIO 2018       >>

Chiaf E., Presentazione al Convegno Cauto 2013 sullo svantaggio lavorativo,  link http://www.cauto.it/convegnosvantaggio/ 

Chiaf E., La valutazione del programma FOR

Chiaf E., Co-production in mental health The socio-economic impact of FOR Programme

Chiaf E., Partiamo da zero per guardare al futuro: i dati della città sulle famiglie, i servizi e gli utenti dei servizi per la prima infanzia, link alla pagina dell'evento bresciacittadelnoi.it

Chiaf E., Presentazione al XV Workshop sull'Impresa Sociale di Riva del Garda

Venturi, Rago, Chiaf. E, AICCON: L'impatto della cooperazione sociale di inserimento lavorativo in Emilia-Romagna

Chiaf E., Biazzi G., Il contributo delle imprese sociali per rendere Brescia la città del noi

M. Carpita, Lavorare cooperando: numerosità, dati economici e patrimoniali

A. Corsini, Lavorare cooperando: i dati sul lavoro                                                                                                                                               G. Biazzi, Cultura è/e Sviluppo

 

Rassegna stampa

.
               DICEMBRE 2014         >>

                MAGGIO 2017              >>

                LUGLIO 2017               >>

                SETTEMBRE 2017      >>

                24 GENNAIO 2018     >>

              

               27 GENNAIO 2018      >>

               31 GENNAIO 2018      >>

               

 

               3 FEBBRAIO 2018     >>

Il welfare a Brescia. GdB, Corriere 1, Corriere 2, BsOggi

Con l'impresa sociale, mercato e solidarietà. GdB

Quando il lavoratore "svantaggiato" fa risparmiare lo Stato e il Comune. GdB

Il valore creato dalle imprese sociali di inserimento lavorativo, di Chiaf E., Impresa Sociale

Culturà è sviluppo: gli eventi di successo sotto la lente della Loggia, Bresciaoggi

I numeri della cultura: indagine in corso. Socialis studia 10 casi bresciani per capirne le ricadute attuali e i possibili sviluppi, CdS

Ecco perché il capoluogo vince sull'hinterland. Punti di forza: servizi, economia, cultura, di E. Chiaf GdB

Cooperative, gioco d’equilibrio tra voci di bilancio e mutualità. Bresciaoggi

Cooperative, c'è la crescita. CdS

In crescita nell'economia e nella società: la carica delle 613 cooperative bresciane. GdB

Quanto valgono i festival culturali? Se ne parla al Mo.Ca. GdB

La macchina dei festival: il confronto tra Brescia e Mantova è impari. Editoriale CdS

News

CULTURA E/È SVILUPPO: PROMUOVIAMO RETI E CONDIVIDIAMO ESPERIENZE PER LA CULTURA, SUL TERRITORIO

Un pomeriggio per riflettere sul ruolo e sull'impatto degli eventi culturali a Brescia. Sabato 3 Febbraio 2018, a Brescia, presso gli spazi ...

Presentazione del Sesto Rapporto sulla Cooperazione Bresciana

Martedì 30 Gennaio 2018, presso la Camera di Commercio di Brescia, a partire dalle ore 10.00, si terrà il convegno dal titolo “Lavorare Co ...

Presentato il Bilancio partecipato n.1 del welfare della città di Brescia: la rassegna stampa

Si è tenuta ieri, giovedì 13 luglio 2017, presso lo spazio MO.CA, la presentazione del Bilancio partecipato n.1 del welfare della città di B ...

Contatti